Get Adobe Flash player

barbara baraldi

Gran Gala Segnalibro

Gran gala Segnalibro

 

L’appuntamento con Segnalibro – dalle Parole alla Musica, è sempre un piacere ma questa volta abbiamo davvero esagerato.

Per questa puntata speciale Barbara Baraldi, ha organizzato un Gran Gala di Segnalibro ed approfittando della pausa fino a dopo l’estate, ci ha regalato ben sei libri.

Filo comune: Giallo.

Se la notte ti cerca – Romano De Marco 
L’uomo che Dorme – Corrado De Rosa
Non si uccide per amore – Rosa Teruzzi
Le Indagini del Commissario Casabona – Antonio Fusco
Le Spose Sepolte – Marilù Oliva
La Compagnia delle Piante – Ludovico Del Vecchio

Buon ascolto e buona lettura.

Barbara Baraldi – Osservatore Oscuro

Osservatore Oscuro

 

Barbara Baraldi la conosciamo molto bene.

Scrittrice di romanzi, sceneggiatrice di Dylan Dog ma sopratutto colonna portante della rubrica “Segnalibro – dalle Parole alla Musica” che ogni primo lunedì del mese punta l’attenzione su una lettura, più o meno recente.

http://www.radiodimensionemusica.it/category/rubrdm/segnalibro

Questa volta però è nostra ospite per parlare della sua ultima creatura: Osservatore Oscuro.

Osservatore Oscuro si potrebbe definire un sequel ma, a detta della stessa scrittrice, è anche un capitolo a sé.

Tutto è cominciato a maggio 2017 con Aurora nel Buio, quando il personaggio della profiler Aurora Scalviati ha preso vita ed è diventata una presenza fondamentale per i lettori e per la stessa scrittrice che non si è potuta tirare indietro ed ha dato un seguito alla storia della giovane di Sparvara.

Così a meno di un anno di distanza, arriva Osservatore Oscuro un thriller pieno di suggestioni che vi farà rimanere attaccati alle sue pagine notte e giorno.

 

 

C’era un uomo, in corridoio, fermo a un passo dalla soglia. Aurora avvertì una piccola scossa elettrica alla base del capo, che si scaricò con un brivido lungo il corpo, attraverso la spina dorsale, fino alla punta dei piedi. Il volto dell’uomo era completamente in ombra, ma non le serviva una fonte di luce per riconoscerlo. Aurora sapeva già chi era.

Segnalibro – Daphne

Tatiana De Rosnay – Daphne

 

Tatiana De Rosnay è la Penna di cui ci racconta per l’appuntamento Segnalibro – dalle Parole alla Musica di Dicembre Barbara Baraldi.

Daphne è la storia di una Donna creativa, avanti con i tempi che non sa stare nei confini imposti dalla società.

Ascoltate questa storia, che vi farà innamorare della libertà.

 

Nata a Londra nel 1907 da famiglia francese, figlia di un attore di teatro (Gerald du Maurier) e nipote di uno scrittore e pittore (Kiki), Daphne mostra sin da piccola di avere una mente creativa, esibendosi in piccoli spettacoli teatrali domestici per la famiglia e per l’amico James Matthew Barrie, autore di Peter Pan. Quando le viene detto che sarà mandata in Francia per riscoprire le sue origini e per frequentare la scuola, la ragazza è entusiasta. E ancora di più lo diventa quando si innamora prima del cugino Geoffrey e poi della sua insegnante Mademoiselle Yvon. Ed è proprio per impedire alla figlia di andare in continuazione in Francia dalla sua amante, che la famiglia le compra una casa in Cornovaglia. Quella che all’inizio sembra una punizione, si rivelerà la scoperta dell’amore della sua vita: il maniero di Menabilly, che diventerà il suo posto dell’anima, il luogo dove scriverà molti dei suoi romanzi. Su quella terra, inoltre, Daphne conosce Frederick Browning, suo futuro marito e padre dei suoi due figli, con cui decide di andare a vivere a Londra. Le cose, però, non vanno come previsto. Per Daphne la scrittura viene prima di ogni altra cosa, persino prima di suo marito, e il matrimonio non può che risentirne. Soltanto molti anni dopo, in seguito al successo ottenuto con il romanzo Rebecca, la prima moglie e il periodo trascorso in Egitto, Daphne si dedicherà a Frederick anima e corpo, come non aveva mai fatto prima, accudendolo fino alla morte. Ripercorrendo l’Inghilterra del sud e basandosi sui diari della du Maurier, la scrittrice Tatiana De Rosnay regala ai lettori un’opera originale e splendidamente documentata.

Facebook
Twitter
l'app di RDM sul Play Store
TuneIn