Get Adobe Flash player

lo chiamavano jeeg robot

Vinci Blu-Ray e DVD di “Lo Chiamavano Jeeg Robot”

 

pack-br_56be11c9a0848d9eb249921391f1dc8f

 

Enzo Ceccotti entra in contatto con una sostanza radioattiva. A causa di un incidente scopre di avere un forza sovraumana. Ombroso, introverso e chiuso in se stesso, Enzo accoglie il dono dei nuovi poteri come una benedizione per la sua carriera di delinquente. Tutto cambia quando incontra Alessia, convinta che lui sia l’eroe del famoso cartone animato giapponese Jeeg Robot d’acciaio.

La trama di Lo Chiamavano Jeeg Robot è una storia ormai ben nota al grande pubblico, perché si tratta del film italiano dell’anno!

 

Con sommo piacere da mercoledì 28 settembre RDM vi regala il Blu-Ray e il DVD del film diretto da GABRIELE MAINETTI con CLAUDIO SANTAMARIA LUCA MARINELLI ILENIA PASTORELLI. Ascoltate le dirette di “A Caccia di Musica” e “ChiaraMente in Musica” e giocate con noi.

David 2016: Claudio Santamaria ai nostri microfoni

santam

 

L’ha definita una “Notte Magica” tramite la propria pagina Facebook (da cui è tratta questa foto) e come dargli torto. Claudio Santamaria ieri sera ha infatti portato a casa la Statuetta di miglior attore protagonista del cinema italiano, ottenuta grazie al film evento dell’anno: Lo Chiamavano Jeeg Robot.

RDM ha già approfondito il film con il regista Gabriele Mainetti (vedi podcast), ma due chiacchiere con l’attore protagonista, all’indomani del trionfo della pellicola sancito dalla 60 edizione dei David di Donatello, ci sta bene!

Ecco a voi il podcast dell’intervista firmata Chiara Felici, in cui scoprirete il perché del look tricotico da “Gargamella” proposto ieri sera nel corso della premiazione!

 

 

Lo Chiamavano Jeeg Robot

lo-chiamavano-jeeg-robot-primo-poster-del-film

Regista, produttore, curatore della colonna sonora e soprattutto “papà” del film “Lo Chiamavano Jeeg Robot”: Gabriele Mainetti, sembra un pò lui un supereroe.

Ospite di ChiaraMente in Musica,  presenta il suo primo lungometraggio e racconta della sua passione per la Musica, i fumetti, della sua laurea  e della tesi sul cinema horror, definita”coraggiosa”  con un titolo che lascia il segno:  “La rebrendizzazione dei morti viventi dopo l’11 Settembre ”

Insomma, ci regala una bella chiacchierata, ma soprattutto ci regala un film sorprendente, coraggioso e lodevole sotto ogni aspetto lo si guardi.

Perché infondo “un film quando è bello è bello e quando è brutto è brutto”.  E “Lo Chiamavano Jeeg Robot” è bello.

 

Facebook
Twitter
l'app di RDM sul Play Store
TuneIn